Clicca per mostrare altri prodotti.
Nessun prodotto trovato.

Agevolazioni Fiscali

RECUPERO FISCALE DEL 50%

Ne ha diritto chi ha una pratica edilizia in corso di validità per un intervento di manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia o restauro e risanamento conservativo.

Non è necessario l’invio di alcun tipo di documento.

È necessario invece effettuare il pagamento tramite il cosiddetto “bonifico bancario parlante” indicando gli estremi della fattura, che va esplicitamente richiesta al momento dell’ordine.

     Fonte: Agenzia delle Entrate - www.agenziaentrate.gov

  

  

RECUPERO FISCALE DEL 65%

Si applica quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti. Di seguito i casi:

_ sostituzione del generatore di calore di impianti di climatizzazione invernale con rendimento certificato dal produttore e contestuale installazione di dispositivi di regolazione di temperatura in ogni stanza (ad. es. sostituzione di una caldaia tradizionale con una caldaia a condensazione oppure un sistema in pompa di calore e installazione delle relative valvole termostatiche su ogni radiatore)

_ installazione di pannelli solari

Perché l’agevolazione sia applicabile è necessario che il generatore di calore venga sostituito con uno più efficiente. Non basta sostituire i terminali; ad esempio la sola sostituzione dei radiatori (= terminali) non rientra nelle agevolazioni al 65%. Per averne diritto bisogno sostituire anche la caldaia (= generatore) e inserire in ogni stanza un dispositivo di regolazione della temperatura.

Non è necessario avere una pratica edilizia in corso di validità.

È necessario invece effettuare il pagamento tramite il cosiddetto “bonifico bancario parlante” indicando gli estremi della fattura, che va esplicitamente richiesta al momento dell’ordine. In aggiunta si dovrà compilare il modulo relativo alla detrazione al 65% sul portale E.N.E.A. (www.enea.it).

Il valore da recuperare viene detratto dalle imposte IRPEF in 10 anni.

Fonte: Agenzia delle Entrate - www.agenziaentrate.gov

  

  

CONTO TERMICO 2.0

Il Conto Termico 2.0 è un vero e proprio contributo economico che viene erogato a coloro che effettuano interventi di efficienza energetica e di produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Di seguito i casi:

_ sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti di climatizzazione invernale con pompa di calore elettrica o a gas

_ sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti ibridi a pompa di calore

_ sostituzione di scaldaacqua elettrico con scaldaacqua a pompa di calore

_ installazione di pannelli solari

Sostanzialmente, le casistiche che consentono di accedere al contributo sono molto simili a quelle della detrazione al 65%.

La differenza sostanziale è relativa alla modalità di recupero del valore: con il Conto Termico 2.0 non viene effettuata nessuna detrazione, l’importo dovuto viene versato al richiedente:

_ se l’importo dell’incentivo è inferiore a 5000€, l’erogazione avviene in un’unica rata

_ l’erogazione avviene in 2 anni per unità di potenza nominale inferiore a 35 kW

_ l’erogazione avviene in 5 anni per unità di potenza dai 35 ai 2000 kW

Per tutte le informazioni utili per compilare la modulistica rivolgiti a ordini@acquaclick.com.

Fonte: GSE - www.gse.it

  

  

IVA AGEVOLATA 4%

Ha diritto all’applicazione dell’IVA agevolata al 4% solo chi è in possesso di una pratica edilizia per nuova costruzione della prima casa, non di lusso.

I documenti per poter emettere la fattura con IVA al 4% sono:

_ copia completa della pratica edilizia presentata in Comune per ristrutturazione o risanamento conservativo (no manutenzione ordinaria o straordinaria). La pratica edilizia deve essere protocollata.

_ copia dei documenti di identità del proprietario dell’immobile, se diverso dall’intestatario della pratica. In questo caso è necessaria anche la copia del frontespizio del rogito di acquisto/contratto di affitto/usufrutto gratuito.

_ copia compilata dell’autocertificazione, scaricabile qui Modulo.pdf

I documenti indicati sopra e la lista degli articoli che si intende acquistare vanno inviati a ordini@acquaclick.com

Fonte: Agenzia delle Entrate - www.agenziaentrate.gov

  

  

IVA AGEVOLATA 10%

Ha diritto all’applicazione dell’IVA agevolata al 10% chi è in possesso di una pratica per ristrutturazione edilizia, di restauro o risanamento conservativo.

Ha diritto all’applicazione dell’IVA agevolata al 10% anche chi effettua una ristrutturazione in manutenzione straordinaria. In questo caso la legge impone che sia un unico soggetto ad emettere l’imposta ridotta: i materiali dovranno quindi essere fatturati con IVA al 22% all’impresa di costruzioni e questa potrà emettere fattura degli stessi materiali con IVA al 10% all’intestatario della pratica edilizia.

I documenti per poter emettere la fattura con IVA al 10% sono:

_ copia completa della pratica edilizia presentata in Comune per ristrutturazione o risanamento conservativo (no manutenzione ordinaria o straordinaria). La pratica edilizia deve essere protocollata.

_ copia dei documenti di identità del proprietario dell’immobile, se diverso dall’intestatario della pratica. In questo caso è necessaria anche la copia del frontespizio del rogito di acquisto/contratto di affitto/usufrutto gratuito.

_ copia compilata dell’autocertificazione, scaricabile qui Modulo.pdf

I documenti indicati sopra e la lista degli articoli che si intende acquistare vanno inviati a ordini@acquaclick.com

Fonte: Agenzia delle Entrate - www.agenziaentrate.gov

Condividi

Impostazioni

Menù

Crea un account gratuito per salvare gli articoli che ti piacciono

Registrati

Crea un account gratuito per usare le liste dei desideri.

Registrati