×
Benvenuto
Clicca per mostrare altri prodotti.
Nessun prodotto trovato.

Miscelatore lavabo a parete da incasso

Postato su23/11/2022 41
Mi piace0

In un bagno di design, soprattutto se è previsto un lavabo da appoggio, è possibile scegliere un miscelatore lavabo a parete. Vediamone i vantaggi.

Perché scegliere un miscelatore lavabo a parete

A seconda della tipologia di lavabo e di mobile installato, è necessario scegliere il miscelatore lavabo con la forma e la modalità di installazione più confortevole da utilizzare.

Ad esempio non sceglieremo mai un miscelatore lavabo alto da posizionare su un lavabo a parete dotato di piano con foro rubinetteria perché, per quanto possa essere profonda la vasca, ad ogni apertura causerebbe schizzi e fuori uscita di acqua dal bacino, oltre ad essere una soluzione esteticamente poco gradevole.

Le ultime tendenze dell’interior design esaltano l’utilizzo di lavabi in appoggio con un design minimale, bordi sottili e diverse tonalità di colore in gamma.

Quando la zona lavabo è arredata con un lavabo in appoggio che non presenta il foro per rubinetteria, è necessario scegliere un miscelatore alto, da posizionare direttamente sul piano del mobile, oppure un miscelatore a parete.

Sicuramente l’utilizzo di un miscelatore alto da piano è più semplice a livello impiantistico perché, soprattutto nel caso di una ristrutturazione, può riutilizzare senza difficoltà l’impianto di un tradizionale miscelatore lavabo monoforo.

Il miscelatore lavabo alto può essere posizionato dietro al lavabo oppure lateralmente, per le soluzioni salvaspazio.

Il principale vantaggio di utilizzare un miscelatore di questo tipo è legato alla facilità di installazione, mentre lo svantaggio può essere rappresentato dalla difficoltà di pulizia, se posizionato nella parte retrostante del lavabo, e nell’occupazione di spazio sul piano del mobile.

Se l’impianto lo consente, l’utilizzo di un miscelatore lavabo a parete è sicuramente più scenografico: in questo caso l’impianto è più complesso perché l’installazione da incasso prevede la necessità di rompere il muro per poter installare il corpo incasso indispensabile per il corretto funzionamento del miscelatore.

Tra i miscelatori a parete più acquistati c’è sicuramente il miscelatore lavabo a parete Ceraline di Ideal standard.

Si tratta di un miscelatore a due rosoni separati, uno per la bocca di erogazione e uno per la leva di comando, realizzato in ottone e disponibile in due finiture: cromo e nero opaco.

Questo miscelatore è dotato di una bocca di erogazione fissa con una sporgenza di 20 mm e una cartuccia da 47 mm: quando si sceglie un miscelatore lavabo a parete, è bene tenere presente che la sporgenza della bocca non deve in nessun caso superare la metà della profondità del lavabo perché altrimenti si incorrerebbe nel rischio di avere fuoriuscita di acqua e difficoltà nell’uso del lavandino.

Sono disponibili anche miscelatori lavabo a parete con piastra unica che, in un unico rosone, racchiudono sia la bocca di erogazione sia la leva.

Tra questi uno dei più ricercati è il miscelatore lavabo a parete Nobili Acquaviva: il grosso vantaggio di scegliere un miscelatore a piastra unica è nell’installazione perché, avendo un solo oggetto che racchiude tutti i componenti del miscelatore, non c’è il rischio di montare i due rosoni fuori bolla.

Il miscelatore lavabo Nobili Acquaviva a parete è caratterizzato dalla presenza di un aeratore anticalcare e di un limitatore di portata con freno al 50% per un maggiore risparmio energetico. Questo miscelatore è disponibile in 4 finiture differenti: cromo, velvet black, london grey e polar white.

Su Acquaclick puoi trovare i miscelatori lavabo dei migliori marchi sul mercato. Chiedi un preventivo per il tuo bagno a ordini@acquaclick.com

Prodotti correlati
Lascia un commento
Lascia una risposta
Per favore login per lasciare un commento.

Login

Menù

Crea un account gratuito per salvare gli articoli che ti piacciono

Registrati

Crea un account gratuito per usare le liste dei desideri.

Registrati